Logo del Parco
Logo Parchi Reali
Foto della testata
Home » Ponte del Diavolo » Nei dintorni

Musei e centri visita del territorio

In questa sezione troverete i musei e i centri visita di maggiore interesse del Territorio.

Museo Mineralogico (Lanzo Torinese)
Il museo, con sede nei locali della Biblioteca Civica di Lanzo, espone una ricca collezione di minerali provenienti da collezioni private. I 150 esemplari, provenienti da collezioni private, sono esposti in vetrine corredate da pannelli esplicativi. Tra gli esemplari più interessanti si segnalano i granati (grossularia) della Val d'Ala.

Orario: gennaio-dicembre: su prenotazione.
Aperture serali: martedì: 21.00-23.00
Tel. 0123/29331 (Biblioteca Civica)
Via San Giovanni Bosco, 1 - 10074 Lanzo Torinese (TO)


Museo dell'arte tessile lanzese (Lanzo Torinese)
Il Museo etnografico-laboratorio dell'arte tessile, voluto dalla signora Ester Fornara Borla e realizzato grazie alla Amministrazione Comunale, ed in particolare all'azione dell'Assessore alla Cultura, è situato nel seicentesco ex istituto delle Suore Immacolatine ed è stato inaugurato il 20 giugno 2009. Si propone non solo di salvaguardare il ricordo ma, soprattutto, di favorire la riscoperta e la riproposta di attività manuali tipiche della nostra zona. Si può in grandi linee dividere in due grossi comparti: il primo legato alla filatura ed alla tessitura ed il secondo alla presentazione dell'Arte Popolana Lanzese.

Via San Giovanni Bosco, 31
Tel. 333/5053223 - E-mail: ricamolanzo@libero.it
Web http://digilander.libero.it/ricamolanzo/
Apertura su prenotazione al numero 333/5053223 o presso la biblioteca civica
Visitabile gratuitamente


Ecomuseo Storia dell'alpinismo delle Valli di Lanzo
L'ecomuseo "Storia dell'Alpinismo delle Valli di Lanzo" trova la sua collocazione presso la sede del Club Alpino Italiano di Lanzo Torinese. Il nuovo museo comprende una raccolta di oggetti storici inerenti le pratiche sportive di montagna: si possono vedere sci di varie epoche, racchette da neve in legno, materiale per l'arrampicata su roccia, piccozze e tanti altri oggetti ancora, accomunati tutti dallo stesso spirito di base, la passione per l'ambiente montano nelle sue diverse forme. Gli oggetti sono stati sistemati nella sala comune delle sede CAI, visibili interamente e liberamente a chiunque decida di entrare.
Lo scopo dell'ecomuseo è quello di creare nelle nostre valli un punto di riferimento per i materiali tecnici utilizzati nel corso degli anni durante le attività sportive di questo tipo, oltre a creare una memoria storica che non deve andare persa.
Nel museo si conservano pregevoli raccolte di attrezzi e materiali usati nei secoli scorsi per la conquista delle vette delle Valli di Lanzo (Ciamarella, Bessanese, Uja di Mondrone, Levanne, Rocciamelone e la Torre d'Ovarda).

Via San Giovanni Bosco, 33
Tel. 0123/320117 - Web www.cailanzo.it
Apertura Tutti i giovedì feriali dalle 21,00 alle 23,00 o su prenotazione telefonica
Visitabile gratuitamente


Museo dell'utensileria Silmax
In questo edificio visse e produsse, dal 26 novembre 1819, i suoi geniali utensili Paul Alessio.
La società SILMAX SpA, subentra nel 1955 alla ditta Savant, già produttrice di utensili. A partire dal 1990 sono cominciati i lavori di restaurato dell'edificio costruito alla fine del '700, collocando, nei tre piani della "boita", torni, frese, affilatrici ed utensili d'epoca. Il risultato è un museo aziendale di forte impatto storico, presentato in un ambiente ed in una atmosfera che riporta il visitatore nella realtà della vita di lavoro del 1800.

Via Fucine, 9
Tel. 0123/940301 - E-mail: linog@libero.it - silmax@silmax.it
Web: http://www.silmax.it/IT_Museo.htm
Apertura Tutti i giorni previo appuntamento