Logo del Parco
Logo Parchi Reali
Logo UnescoLogo Patrimonio Mondiale
Visita virtuale
Foto della testata
Home » Stupinigi » Il Parco » Punti di interesse del Parco

Il concentrico

La costruzione della Palazzina di Caccia aveva comportato la demolizione di quattro cascine, rendendo insufficienti per le attività agricole quelle rimanenti, che già versavano in pessime condizioni di manutenzione. Si decise pertanto la demolizione di altre otto cascine e la costruzione di dodici nuovi poderi. Le cascine del Concentrico di Stupinigi differiscono per schema insediativo e logiche, dall'impianto tradizionale dei poderi agricoli.

Ciò perché tutto il complesso, compresi gli edifici correlati alla cascine quali la ghiacciaia, l'osteria, i granai, i canili e el scuderie, era stato concepito in maniera unitaria, funzionalmente alla Palazzina di Caccia. L'idea di costruire le dodici cascine lungo lo stradone, rispondeva, oltre che al disegno scenografico dello Juvarra, anche all'esigenza di consentire una migliore e più equa redistribuzione degli appezzamenti: tute le cascine erano uguali sia per quantità di beni assegnati che per la qualità e collocazione delle costruzioni. La denominazione attuale dei poderi, ciascuno con il nome di un santo, risale alla fine dell'Ottocento.

L'infopoint del Parco è situato proprio in uno di questi poderi: precisamente nel podere denominato "Ordine Mauriziano" dove aveva sede dalla prima metà dell'Ottocento, l'Economo della Magistrale Commenda Mauriziana di Stupinigi. I restauri della porzione di questo podere oggi accessibile e adiacente alla sede distaccata dell'Ente Parchi Reali, sono avvenuti nel 2015 nell'ambito del progetto "Stupinigi Fertile" finanziato da Compagnia san Paolo e promosso dalla Città di Nichelino e dall'Associazione Stupinigi è..., recupero realizzato anche con contributo della Fondazione CRT.


Concentrico
Concentrico
Infopoint
Infopoint