Logo del ParcoLogo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Mandria » Conosci il Parco » Ambienti e vegetazione

Briofite

Le Briofite sono piccoli organismi vegetali fotosintetizzanti che non producono fiori, semi e frutti. Essi presentano generalmente una distribuzione cosmopolita. A causa delle dimensioni microscopiche delle loro spore e della frequente presenza di una riproduzione vegetativa, le Briofite sono, infatti, facilmente disperse nell'ambiente. Per questo motivo svolgono una azione molto importante all'interno degli ecosistemi come colonizzatori.

Le Briofite comprendono nel mondo circa 24.000 specie; in Italia, senza prendere in considerazione le sottospecie e le varietà, sono note 1.140, suddivise in Epatiche (289 specie) e Muschi (851 specie).

L'Italia rappresenta sicuramente una delle più ricche regioni europee dal punto di vista floristico, con circa i 2/3 della flora briologica europea, a causa soprattutto delle sue particolarità geografiche.

Nel Parco naturale La Mandria un primo rilevamento floristico della componente briofitica è stato avviato nel 2005 dall'Ente di gestione con un incarico al dottor Luca Miserere, ed è proseguito con approfondimenti fino al 2009. Le ricerche si sono concentrate soprattutto sulla raccolta e identificazione delle specie delle comunità corticicole e delle rupi terrose presenti nel sottobosco.
Leucobryum juniperoideum
Leucobryum juniperoideum
(foto di Archivio Parco Mandria)